CASCATE DI GHIACCIO

Descrizione

In pieno inverno, quando l’ambiente alpino mette l'abito più selvaggio, in angoli nascosti delle montagne i piccoli rigagnoli e le grandi cascate diventano dei variopinti muri di ghiaccio.

Arrampicare sul ghiaccio è differente dallo scalare su roccia: sul ghiaccio si ha la piena libertà di interpretare una salita, dalla scelta della linea da salire, al posizionamento delle viti per la sicurezza, alla creazione di appigli e appoggi utilizzando piccozze e ramponi: forza e delicatezza, fantasia e precisione.

Se da un lato quindi, si è costretti all'utilizzo di attrezzi in più che nell'arrampicata su roccia non esistono, dall'altro non abbiamo il vincolo di dover per forza utilizzare quell'appiglio o quell'appoggio.

Insomma è qualcosa di diverso, creativo, che vale la pena di sperimentare anche a costo di patire un pò di freddo (quello ci sarà sempre).

Padroneggiare la scalata su ghiaccio e su terreno misto spalanca le porte a quello che è forse l'aspetto più classico dell'alpinismo: le grandi pareti nord, il misto e l'alta quota.

Certo è che si tratta di un elemento in continua mutazione, soggetto ai mutamenti termici, alle nevicate e a fattori che anche un occhio esperto deve valutare attentamente, di volta in volta. Qualcosa da prendere con il dovuto rispetto insomma.

Si organizzano accompagnamenti e lezioni per la ½ giornata e la giornata intera, per chi vuole affinare la tecnica e per principianti, corsi base e avanzati, tour di più giorni nelle migliori località. Per citarne alcune: Val di Daone, Dolomiti di Brenta, Serrai di Sottoguda, Kandersteg, Val Lunga, Ponte di Legno, Alagna, Livigno, Valle Aurina.

 

Prezzo

150€ ½ giornata, 250€ giornata.
Richiedi un preventivo per uno stage di più giorni.


Galleria Fotografica


Vai alla lista