Mountain GuideFrancesco Salvaterra

Freeride

Lontani dalle piste affollate, alla ricerca della neve migliore salendo con gli impianti o con brevi tratti da guadagnarsi in salita. Scivolare leggeri sulla neve immacolata di un pendio, sfiorare il terreno senza peso, sentirsi liberi.

Cosa rende ideale una discesa con gli sci o lo snowboard in neve fresca? Proviamo a riassumerlo assieme: scelta di un itinerario meritevole, neve fresca o profonda, pendenza tra i 30° gradi (sotto = che noia) e i 45° (sopra =wow mi serve una corda!), sole, pendii vergini. Ecco questa è la formula del divertimento ma purtroppo è anche la ricetta ideale per la valanga a lastroni. Una serie di elementi (alcuni dipendono da noi e molti no) possono concorrere al raggiungimento di una giornata memorabile, valutarli nelle scelte e rendervene partecipi è il mio compito.

 

Ci sono molte possibilitá di discese fuoripista, su terreni di ogni tipo di pendenza e difficoltà. Eccone una carrellata:

DOLOMITI DI BRENTA: Fuoripista al Doss del Sabion, Madonna di Campiglio, Andalo e Paganella.

DOLOMITI ORIENTALI: Sella (val Mezdì, Setus, ecc), Pordoi, Marmolada, Cristallo Bus di Tofana,altre.

TONALE: Cantiere, Busazza, canale del Diavolo, canale Pericle Sacchi, canale del Dito.

Tariffa

a partire da 70€ a persona, chiedi un rapido preventivo.