NIDO DI RONDINE

Scoglio di Boazzo, val di Daone.
150m (6L) 7a (6c+/7aobb.)/RS3/II
Gianni Berta, G.P. Foti, Ermanno Salvaterra 1985

Descrizione

Stupenda via moderna, roccia top e arrampica varia e di soddisfazione, prevalentemente in placca lavorata a funghi ma con tratti in diedro-fessura. Un plauso va ai primi salitori, in grado di spingere molto sulla libera e l'obbligatorio chiodando con piantaspit a mano!

Nel 2018 Nicola Castagna e Francesco Salvaterra hanno aperto (dall’alto) una variante di 15m che evita il tetto di L2, rendendo più omogenea e in libera la scalata. Nel 2019 F. Salvaterra e Y.Vyacheslav hanno sostituito i vecchi spit con fix inox 10mm (mantenendo la chiodatura originale) e poco dopo con A. Miori è stata fatta la libera, on-singht per Miori.

Accesso: Dal parcheggio al lato della diga salire le scalette e e prendere una traccia a dx che in meno di 5 minuti porta alla base dell’evidente camino dove sale la via “spigolo per voi”.

Il primo tiro originale o è stato ricalcato dal secondo tiro di quest’ultima oppure è di poco a sx su una placca spesso bagnata che è stata scalata in sede di restyling ma è completamente improteggibile, conviene scalare i primi due tiri dello spigolo per voi (belli).

L1: (spigolo per voi) 20m 6b+ placca molto tecnica con passo difficile a metà. L2: (spigolo per voi) 20m 6a+ dalla sosta puntare al primo fix di dx per poi traversare a sx (6a+) oppure andare dritti (6c), all’altezza della cengia erbosa con pianta traversare a sx 3 ch in sosta e conviene integrare con 1 friend piccolo. L3: 25m 6c+/7a La partenza dalla sosta è il chiave della via, un passaggio iniziale molto tecnico non è azzerabile, si vola direttamente sulla sosta che però è su un terrazzino erboso spiovente non troppo pericoloso. Probabilmente si può evitare il passo iniziale con una piramide umana, se si è in tre. Dal primo spit (unico non sostituito), si va dritti per la via originale (A2, attenzione al nido di rondine) oppure si prende la variante Castagna/Salvaterra come segue. Traversare a sx e dritti su knobs, rinviato il fix appena sopra la sosta si traversa 2 m a dx sostando sul fix più alto della sosta e sul chiodo. L4 25m 6b (da questo tiro compreso in poi servono i friends, prima no) terminata la fessura si sale una bellissima placca a knobs, dal secondo fix runout per arrivare al diedro fessurato che porta alla sosta. L5 25m 5+ una iniziale fessura atletica porta a un diedro appoggiato e un po' erboso. L6 25m a una bella fessura iniziale segue una sequenza boulder intensa, ben protetta. L7 20m 5 bello spigolo protetto con 2 ch.

Discesa: in corda doppia dalla via, ultima calata da 50m.

Materiale: serie di friends al #2


Galleria Fotografica


Vai alla lista