Mountain GuideFrancesco Salvaterra

Cima Busazza 3325m

La Busazza è la seconda vetta per importanza del gruppo di Presanella, è una montagna grandiosa e imponente su ogni versante. Dal passo dei Segni nei pressi del Tonale al passo Cercen presenta una lunghissima e complessa cresta, a nord una parete verticale di 500m e a S un’infinta serie di speroni e orridi canali. Gli alpinisti che raggiungono la cima principale nel corso di una stagione si contano probabilmente sulle mani, ciò è dovuto alla complessità e lunghezza degli itinerari, alla mancanza di punti di appoggio e di informazioni aggiornate. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per un’avventurosa giornata in montagna!

Tracciato dell'alta val Cercen

Tracciato dell’alta val Cercen

La via normale da S detta “canalone della Busazza” è l’itinerario più semplice a livello tecnico, tuttavia un crollo del filo di cresta ha aumentato le difficoltà. La logistica prevede di dividere la salita in due giorni. Il primo giorno (750m di dislivello) partendo il primo pomeriggio si sale alla “mandra alta di Cercen (2250m)” dove si bivacca sotto un masso strapiombante con sacco a pelo e materassino. E’ possibile raggiungere questo punto anche dal sentiero Mingotti partendo dal rif. Bedole. Il giorno dell’ascensione si lascia al sasso il materiale da bivacco e si sale tra cima Cercen e Collini per prendere questo lungo vallone detritico. La parte alta presenta neve e tratti di facile arrampicata, fino ad arrivare ad all’ antecima EST di quota 3295m, dove è collocata una rubimentale croce. Poco dopo il filo di cresta è interrotto da un crollo che si aggira a S per rocce esposte e un pò friabili, chi non scala purtoppo deve accontentarsi dell’antecima. L’ambiente e il panorama è semplicemente grandioso.

Qui un bel racconto: https://dani3le.wordpress.com/2012/08/13/cima-busazza-m-3325-antecima-m-3295/

Abbigliamento e attrezzatura:
Berretto caldo, guanti, giaccavento, pail, piumino leggero o doppio pail, occhiali da sole, scarpone ramponabile o semiramponabile, pila frontale carica, imbragatura bassa, casco, picozza, 1 moschettone a ghiera, borraccia o bottiglia 1,5 lt, ramponi adatti allo scarpone, zaino da min 35lt.

Tariffa per la via normale

1 persona 450€
2 persone 280€
3 persone 200€

Prezzo inteso per persona, incluso dell’affitto del materiale tecnico (imbrago, ramponi, piccozza e casco). Si predilige operare con gruppi preformati ma se sei da solo contattaci comunque, faremo il possibile per trovarti un compagno di scalata.

Informati sempre sulle condizioni contrattuali.

Altre vie:

  • cresta NO più di 1000m di dislivello dei quali in parte in arrampicata fino al 3 grado, itinerario d’avventura per alpinisti esperti.
  • Traversata Cercen-Busazza dal Passo dei Segni al passo Cercen o viceversa. Come sopra, lunghissima. E’ l’itinerario più bello della montagna, il racconto di una recente salita e la relazione a questo Link. Tariffa per la traversata 650€ (con un solo cliente).

Varianti alla traversata completa sono: cima Cercen dal Denza e lungo la cresta fino alla Busazza, rientro dal vallone della Busazza. Partenza dal passo dei Segni e discesa dal Vallone della Busazza.

  • Stanchina/Dell’Eva 1972 allo spigolo N 500m 5/A1, forse la via più interessante dal punto di vista dell’arrampicata, terreno d’avventura.