Aguglia di Goloritzé o punta Carrodi.

Diciamocelo, mare e montagna sono due passioni che vanno spesso a braccetto, proprio a questo penso sia dovuto il successo e la fama di questo monolito.

La location è di una bellezza struggente, specie se si sfruttano le mezze stagioni e si parte al mattino presto o alla sera, quando in spiaggia la folla non c’è e sulla “montagna” ci sono solo le vostre mani.

Mariano di buon mattino, seguirà bagnetto assieme agli altri e avanti con il selvaggio blu!

La normale è Easy Gymnopedie, una via tradizionale aperta da Lorenzo Nadali (come sue sono buona parte delle vie più belle dell’isola) negli anni 90′, che successivamente è stata spittata. Personalmente penso sia stato un errore farlo, in ogni caso la via anche con i fix non è una passeggiata, è un’itinerario dove per salire bisogna scalare. Altra perla (forse la più bella della aguglia) è Itu Damagoni, il mio veleno. Si passa dal 6b al 7a, infatti non vi si trova molto magnesio.

Tariffa

300€ con un cliente

180€ con due clienti

(se fatta durante selvaggio blu sconto a 200€ con uno e 140€ con 2.)