Mountain GuideFrancesco Salvaterra

CANALONE NERI

Anche detto Canalone Nord o canalone della Tosa il Neri è uno degli itinerari di neve ripida più belli e prestigiosi delle Dolomiti. Il Buscaini così lo descrive: “la via supera il grandioso canalone ghiacciato che dalla vetta della cima Tosa scende dritto e ripido a N, separando il masssiccio della Tosa da quello del Crozzon… l’ascensione si può considerare come la più bella del genere nelle Dolomiti.”

Un canalone Neri con ancora il “ginocchio”, nel 2009.

Dai tempi in cui Virgilio Neri lo salì per la prima volta il 21 luglio 1929 le condizioni sono cambiate parecchio. A testimonianza del cambiamento climatico e del calo dei nevai basti pensare che Neri lo salì in estate, da solo, con un bastone (Alpenstock) e senza ramponi.

Oggigiorno il ginocchio ghiacciato a metà non esiste più, la parte più difficile è il catino finale. Un’ascensione da intraprendere con un buon allenamento aerobico ed esperienza nell’uso dei ramponi su neve.

Un’altra salita meritevole sulla cima Tosa dalle caratteristiche simili è il CANALONE GRAFFER.

E’ posto a SE della via Mingotti molto meno conosciuto ma anche per questo altrettanto affascinante è leggermente più impegnativo del Neri presentando spesso una strettoia su roccia, ma un pò più breve.

 

Solitamente l’ascensione si intraprende partendo prima dell’alba dopo un pernottamento al rifugio Brentei o al bivacco invernale dello stesso.

TARIFFA

-450€ con un alpinista

-270€ con due alpinisti


Galleria Fotografica